PDF  | Print |

Norme redazionali

 

I contributi devono essere inviati all'indirizzo This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it in un file formato word con le seguenti norme di formattazione:

- Testo in carattere Times New Roman, formato 14 per il titolo, 12 per il titolo dei paragrafi e 12 per il corpo del testo, Interlinea 1.15;

- I brani riportati vanno composti nello stesso carattere ma in corpo minore (formato 11) e spaziati dal testo se superano le due righe, senza virgolette. Le citazioni brevi si inseriscono invece nel testo tra doppie virgolette basse, dette anche caporali («»). Se detti brani contengono, a loro volta, altre citazioni, queste vanno contraddistinte con doppi apici in alto (“ ”). Eventuali omissioni dei brani riportati saranno indicate con tre puntini tra parentesi quadre […];

- Le citazioni brevi si inseriscono invece nel testo tra doppie virgolette basse, le c.d. caporali («»);

- Le note a piè di pagina in formato 10 con numeri arabi progressivi in apice;

- La redazione dei contributi deve essere chiara e ordinata e non deve presentare difficoltà di lettura e di interpretazione. Deve inoltre contenere i riferimenti bibliografici in forma completa;

- Le citazioni bibliografiche devono contenere: Nome e Cognome dell'autore in tondo (nel caso gli autori siano due o più di due, i nomi andranno separati da una virgola), titolo dell'opera in corsivo, editore, luogo di pubblicazione, anno e rinvio alla pagina;

Es: Eugene Rogan, Gli arabi, Bompiani, Milano, 2012, p. 173.

Es: Eric Dursteler, On Bazaars and Battlefields: recent scholarship on Mediterranean cultural contacts, in «Journal of Early Modern History», 15, 2011, pp. 413-434.

Es: http://www.adnkronos.com/fatti/politica/grillo-riabilita-tsipras-guarda-podemos-sposta-asse-sinistra_0FLIznciXR6VPigSXo9rJO.html.   (18 novembre 2011).

- per citare opere già citate in precedenza si indicherà nome e cognome dell'autore, un'abbreviazione significativa del titolo e la dicitura op. cit (in tondo);

- se alla stessa nota si fa riferimento in due note successive si useranno Ibidem e Ivi (in corsivo), la prima per indicare lo stesso luogo e la stessa pagina e la seconda per indicare lo stesso luogo con pagina diversa;

- La bibliografia finale dovrà seguire l'ordine alfabetico (Cognome e Nome);

La lunghezza massima dei contributi dipende dalla sezione in cui sono ospitati ed è la seguente:

- Studi e Ricerche: 30.000-70.000 caratteri (10-20 pagine);

- Dibattiti e Attualità: 12.000-18.000 caratteri (3-5 pagine);

- Il personaggio: 35.000-70.000 caratteri (10-20 pagine);

-Recensioni: 7.000-18.000 caratteri (2-5 pagine).

I contributi verranno valutati da due refeer in forma anonima; saranno comunicate all'autore tutte le eventuali variazioni da apportare al testo ai fini della pubblicazione.

Deve trattarsi di proposte originali non pubblicate in altri siti o riviste cartacee.

L’articolo deve essere così articolato:

  1. Titolo dell’articolo
  2. Nome e cognome dell’autore
  3. un profilo dell'autore (con l'indicazione d'eventuali affiliazioni a istituzioni, università, centri di ricerca, pubblicazioni, o il titolo di studio posseduto di grado più elevato, da inserire sopra l’abstract.
  4. un’abstract di circa 80 parole, nella lingua di redazione del contributo e in inglese, da inserire all’inizio del testo.
  5. 5 parole chiave, nella lingua di redazione del contributo e in inglese, da inserire dopo gli abstract.

I testi saranno pubblicati in italiano, francese, inglese, spagnolo e arabo.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento, è opportuno fare riferimento, via e-mail ai responsabili della redazione.


 


 

 

 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.