PDF  | Print |

I Muri di Tunisi. Segni di Rivolta, Luce Lacquaniti, έxòrma, Roma

Rivista - Ultimi articoli

TETIDE - Rivista di Studi Mediterranei - N.2 Anno I - 2015

di Valentina Porcheddu


Abstract


La parola muro non ha, di per sé, una connotazione negativa. Eppure, nella storia contemporanea e specialmente in quella più prossima al tempo presente, i muri sono diventati sia paradigma di esclusioni e segregazioni – barriere insormontabili di diritti negati – sia specchio opaco di un “ordine costituito”, la cui inviolabilità è già sintomo di ingiustizia. Così, il primo pregio che ha il libro I Muri di Tunisi. Segni di Rivolta è quello di restituire ai muri la loro dimensione umana e “ribelle”. Sui muri della capitale tunisina che – durante i ventitré anni di dittatura di Ben Ali (7 novembre 1987-14 gennaio 2011) – erano rimasti muti, viene esercitata la prima conquista della cosiddetta Rivoluzione dei gelsomini: la libertà di espressione. «Quant’è bella la Tunisia senza Ben Ali Babà e i 40 ladroni!» recita una scritta in Avenue de France ricalcata su Le mille e una notte.

Parole chiave: Tunisia, rivolta, movimento rivoluzionario, guerriglia urbana, opposizione


Testo integrale


[ Scarica il PDF ]


L'autore


Valentina Porcheddu - Dottore di ricerca in Storia, Lingue e Letterature antiche presso l’Università di Bordeaux 3. È stata borsista della Scuola Archeologica Italiana di Atene e della Getty Foundation e ricercatrice all’Università di Barcellona (UB). La sua attività professionale si svolge da quindici anni tra l’Italia e i paesi del Mediterraneo, in particolare quelli della sponda Sud. Specializzata in Archeologia Classica, è autrice di articoli scientifici su riviste internazionali. La sua attenzione si rivolge anche alla salvaguardia del patrimonio archeologico e al rapporto tra l’identità dei popoli e la memoria del passato.

 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.